Giuseppe Foscari

La gran machina della solleuatione

Due città e un capopopolo nella rivolta di Masaniello (1647-1648)


Pagine 240, formato 23 cm,  collana Tempo mediterraneo 1

anno di pubblicazione 2015, prezzo di copertina € 12,00, 

ISBN 978-88-96947-16-4.  

 

FoscariLe due città di Cava e Salerno sono le protagoniste dell’affresco narrativo-interpretativo proposto in questo volume che ripercorre i momenti emblematici del complesso quadro della rivolta di Masaniello del 1647-48. L’importante collocazione geografica e l’oggettivo peso politico delle due comunità le ha rese fulcro di una trama fortemente intrecciata, in cui sono state analizzate le ragioni di un patriziato ribelle, ma per tradizione filomonarchico (a Cava), e le ragioni della plebe insofferente (a Salerno). Si tratta di due diverse modalità politiche per la trasformazione del potere e della società (la via riformatrice del patriziato e la via più squisitamente rivoluzionaria della plebe) che si susseguono, s’intrecciano e, infine, si contrastano.
Figura centrale della ribellione contro le patologie del potere fu Polito Pastina, un militante della lotta, un sanguinario, un dissimulatore, ma anche un mediatore, un astuto capopopolo e un uomo dalla mente svelta e dall’azione rapida. La presente ricerca prova a investigare il campo del ribellismo e ad assumere le ragioni e i comportamenti della plebe come analisi interpretativa. La ricostruzione è stata elaborata utilizzando numerose fonti archivistiche.

Giuseppe Foscari (Cava de’ Tirreni, 1957) è professore associato di Storia dell’Europa e Storia dell’espansione europea presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università di Salerno. È autore di numerosi saggi e monografie su temi inerenti alla storia dell’Europa, alla storia del Mezzogiorno, alla storia del XVIII secolo e alla storia dell’ambiente. Tra i suoi libri: Governo della città e lotta politica in età moderna. Dal Viceregno al Fascismo (1999); Stato, politica fiscale e contribuenti nel regno di Napoli (1610-1648) (2006); Teodoro Monticelli e l’Economia delle acque. Storia, storiografia e scienze ambientali (2009); Il dissesto idrogeologico nella costiera amalfitana e nella valle dell’Irno (1800-1860) (2011).

 


Copyright © 2000-2015  Ipermedium libri